fbpx

Non dimenticare il pane ! Ecco la ricetta dei Burger Buns.

burger bun palazzo vialdo

Cari amici, in queste giornate “casalinghe” state anche voi riscoprendo il piacere di cucinare qualcosa di sfizioso per coccolarvi? Perché, allora, non mettere le mani in pasta e preparare un prelibato hamburger per stuzzicare il palato di tutta la famiglia? Oggi vi darò la ricetta dei buns, i famosi panini morbidi ricoperti di semi di sesamo perfetti per accogliere un succulento hamburger, oppure la farcitura che preferisci. Potrete assaporare un ghiotto panino gourmet, come quelli di Palazzo Vialdo, con in più la soddisfazione di averlo cucinato con le vostre mani! Per confezionare questi soffici panini, dunque, avrete bisogno di preparare per prima cosa la pasta di riporto, cioè una piccola quantità di impasto necessaria a far lievitare meglio il pane e arricchirlo di aromi e profumi; questa avrà bisogno di lievitare per circa 4 ore, poi potrete passare a creare l’impasto vero e proprio dei burger buns, e infine dedicarvi alla farcitura. Pronto? Pronta? Vai!

La ricetta dei buns

Ecco qua che cosa vi servirà per sfornare dei soffici burger bun preparati a regola d’arte:

INGREDIENTI

PER LA PASTA DI RIPORTO (125g)

-18g di latte intero tiepido
-18g di acqua anch’essa tiepida70g di farina “00”
-4g di burro
-2g di sale fino
-2g di zucchero semolato
-2 g di malto
-1g di lievito di birra secco (in alternativa, 3-4g di lievito di birra fresco)
-Olio e.v.o. qb

PER I PANINI (10 BURGERS CIRCA DA 90g L’UNO)

-125g di latte intero tiepido
-125g di acqua anch’essa tiepida
-500g di farina “00”
-25g di burro
-10g di sale fino
-10g di zucchero
-15 g di malto
-3g di lievito di birra secco (o 12g di lievito di birra fresco)
-25g di olio e.v.o.

PER LA GUARNIZIONE

– Uovo
– Semi di sesamo q.b.
– (Semi di papavero q.b.: opzionali)

STRUMENTI

2 ciotoline
Planetaria o robot da cucina
Una terrina di vetro
Pellicola trasparente
Carta da forno

Preparazione

Prima di tutto, dedicati alla pasta di riporto (a meno che tu non abbia a disposizione del lievito madre: in quel caso, puoi utilizzarne 250g, da unire all’impasto dei panini in seguito). Per la pasta di riporto, versa il latte in una ciotola e aggiungici il lievito di birra, facendolo disciogliere completamente. Prendi ora un’altra ciotolina, mettici dentro l’acqua e il sale e fai sciogliere; dopodiché inserisci la farina, lo zucchero, il lievito sciolto nel latte, il malto e il sale sciolto in acqua nel recipiente della planetaria e comincia a impastare con la foglia (in alternativa, puoi anche lavorare il tutto a mano). Una volta addensati per bene tutti gli ingredienti, sostituisci la foglia con il gancio standard per impastare, e lavora il composto finché non sarà bello omogeneo ed elastico.

Aggiungi poi il burro a temperatura ambiente e un filo d’olio, sempre continuando a impastare, dopodiché potrai trasferire la pasta di riporto su un piano di lavoro lievemente ricoperto di farina, dandole la forma di una palla. Dovrai farla lievitare per circa 4 ore in forno con la luce accesa, all’interno di una terrina ricoperta di pellicola trasparente. Una volta lievitata, potrai cominciare a preparare l’impasto vero e proprio dei buns: basterà ripetere lo stesso procedimento precedentemente utilizzato per la pasta di riporto. Nel mixer, poni la farina, il lievito disciolto nel latte e il sale disciolto in acqua, lo zucchero e il malto, poi comincia a impastare con la foglia e in seguito unisci la pasta di riporto (o i 250g di lievito madre). Ora sostituisci la foglia con il gancio per impastare, aggiungi il burro a temperatura ambiente e l’olio e continua a lavorare l’impasto.

Quando sarà ben amalgamato, ponilo su un piano leggermente infarinato dandogli la forma di una palla, coprilo con la pellicola (stavolta senza inserirlo nella terrina) e lascialo riposare per 15-20 minuti. Dopodiché, frazionalo in panetti sferici di circa 90g l’uno, rotandoli sul piano di lavoro. Fatto ciò, potrai posizionarli ben distanziati su una teglia ricoperta di carta forno e lasciarli riposare così altri 10 minuti, sempre rivestiti con pellicola trasparente. Andranno in seguito spennellati con l’uovo e spolverizzati con i semi di sesamo o di papavero (o entrambi i tipi); metti poi la teglia in forno e fai lievitare i buns per un’ora con la luce accesa finché non avranno raddoppiato il proprio volume.

Infine, imposta il forno a 220° e fai cuocere i panini per 15 minuti; è importante che il forno resti abbastanza umido, quindi puoi spruzzare un po’ d’acqua vaporizzata con una spray al suo interno di tanto in tanto (i buns non devono seccarsi). A fine cottura, dovranno risultare belli lucidi fuori e con il cuore tenero. Una volta raffreddati, potrai darti alla pazza gioia e farcirli con ciò che preferisci, anche se “la morte sua” è la svizzera di carne con la tua salsa favorita e magari qualche foglia di lattuga, qualche fettina di pomodoro o cetriolo sottaceto, o anche formaggio fuso: non hai che da sbizzarrirti!

CONSERVAZIONE

Se non li consumi subito, ti consiglio di conservare i panini in frigo ben sigillati nei sacchetti da freezer: dureranno un paio di giorni (se preferisci, puoi anche riporli in freezer e poi prepararli dopo averli fatti scongelare lentamente in frigo, riscaldandoli infine su una piastra).

Se seguirai questa ricetta, ti garantisco che farai un figurone e otterrai dei burger buns fatti a regola d’arte, così come li prepariamo noi a Palazzo Vialdo. Mi raccomando, attendo tue notizie! Nel frattempo, in attesa di tempi migliori, un abbraccio virtuale a te che ci segui e ai tuoi cari… Buon appetito!

Vincenzo Di Prisco

Lascia un commento

Subtotal: 0,00